Home » Services and Admin » Language Centre » Courses » Italian » Literary walks

Literary walks

Below you will find a selection of literary walks offered throughout the year. All walks are held in Italian.

The upcoming literary walk is: San Salvi, camminata nell'ex città-manicomio

 

 

Informazioni generali sulle caminate letterarie

 

NOTA BENE: le date sono da confermare di volta in volta, variazioni sono possibili a causa delle condizioni meteo.

  • Le camminate letterarie hanno la durata di tre ore circa. Sono consigliati vestiti e scarpe comode, e durante la stagione invernale, ombrello e/o impermeabili. E carta e penna!

  • Le camminate devono essere prenotate con iscrizione a [email protected] almeno due giorni prima dell’evento.

  • Le camminate sono in italiano. Per poter partecipare, si richiede una comprensione di base della lingua.

 

San Salvi, camminata nell'ex città-manicomio


 800px-Ex-ospedale_di_san_salvi_03_villa_fabbri

Ex-ospedale di San Salvi

autore: Sailko

  

Che significa oggi passeggiare per i viali alberati di San Salvi, luogo unico immerso nella città e nello stesso tempo nel suo vivace isolamento? Qui, nell’allora molto attivo ospedale psichiatrico, è passato il poeta “matto” Dino Campana e personaggi importanti dell’anti-psichiatria. Oggi – tra le varie associazioni culturali che lo abitano – La cooperativa La Tinaia e  il gruppo teatrale Chille della Balanza  ne fanno luogo sociale ed artistico grazie a spettacoli, eventi e incontri.


Camminata per San Salvi

Appuntamento:

10 novembre, via di San Salvi 12, davanti al cancello principale

Ore: 14.30

Durata: circa tre ore

 

Il Cimitero degli inglesi e la Pensione Annalena


800px-Cimetero_degli_Inglesi_1 by Lucarelli

Cimitero degli inglesi

autore: Lucarelli

Una camminata che parte dal cimitero monumentale che ha ispirato numerosi artisti stranieri e italiani otto e novecenteschi.

Insieme all’esperta custode del cimitero, Julia, ascolteremo i versi di alcuni poeti che lo hanno celebrato (tra cui il fiorentino Franco Fortini) e poi raggiungeremo luoghi importanti nella vita di altri poeti e scrittori, tra cui la storica Pensione Annalena davanti al giardino di Boboli,  dove Eugenio Montale leggeva versi con l’amata “Irma B.” 

Camminata per il Cimitero

Appuntamento: 1 dicembre, piazzale Donatello, davanti all’ingresso del Cimitero

Ore: 14.00

Durata: circa tre ore

 

Il Palmerino, crocevia di artisti a Firenze


 

Il Palmerino è una residenza storica ma anche una vivace ed attiva Associazione culturale e residenza di artisti contemporanei.

 

Con gli attuali proprietari, ascolteremo le storie di chi vi ha soggiornato nell’Ottocento e leggeremo versi di Vernon Lee, che visse al Palmerino e ne fece un centro culturale importante, aperto alle idee e alle suggestioni di intellettuali ed artisti dell’epoca, italiani e non, tra cui Berenson, Aldous Huxley, Carlo Placci, Anatole France, Mario Praz.

 

Passeggiata e visita al Palmerino, con tè o aperitivo per finire. 

Il_palmerino,_esterno_04 Sailko

Camminata per Il Palmerino

Appuntamento: 8 dicembre, Piazza Edison, davanti al chiosco dei giornali

Ore: 14.00

Durata: circa tre ore

 

Cantare le vie del centro


 Cantare le vie del centroLa Petite Promenade di Dino Campana

autore: Leonardo Gandi

Dal cuore della città, per le vie  intorno al Palazzo Vecchio e attraverso il Ponte passando sul fiume, alla ricerca di quelle stesse strade, di ciò che resta delle osterie e botteghe e bettole: posti narrati/immaginati da poeti fiorentini (e non).

Un percorso più ideale che reale, soffermandoci per la lettura là dove le parole possono riprendere il loro peso.

Ci proveremo, a rievocare quelle atmosfere, proprio con l’aiuto della lingua degli scrittori.

Qualche nome? Dino Campana, Mario Luzi, Franco Fortini, Eugenio Montale.

Cantare le vie del centro

Appuntamento: 19 gennaio 2019, piazza della Signoria, davanti al caffè Rivoire

Ore: 11.00

Durata: circa tre ore

 

Le cronache dei poveri amanti (forse ricorderete il film di Carlo Lizzani con Marcello Mastroianni) di Via del Corno, a due passi da Palazzo Vecchio eppure così immersi nella miseria dell’ immediato dopo guerra. Il quartiere, la Santa Croce dei piccoli bottegai e infine le ragazze di San Frediano.

Ci perdiamo nelle strade e nei quartieri, ci sediamo su muretti e panchine per leggere dai romanzi di Pratolini la Firenze di allora. 

Camminata per la Firenze di Pratolini

Appuntamento: 16 febbraio 2019, piazza del Carmine davanti alla Chiesa

Ore: 11.00

Durata: circa tre ore

 

Saliamo da San Niccolò per l’Erta Canina, una delle più belle e antiche strade di collegamento tra campagna e città, verso le colline del Pian Dei Giullari e di Montici e da lì a quella che Galileo Galilei definì dopo la condanna del 1633, “la mia carcere d’Arcetri”, come diceva nelle lettere alla figlia Virginia – Suor Maria Celeste. Nel nostro percorso incontriamo ville storiche, torri, dimore di uomini politici. Durante la strada, ci fermiamo con le nostre letture.

Camminata per Pian Dei Giullari

Appuntamento: 16 marzo 2019, Caffè Il Rifrullo, Via di San Niccolò, 55r

Ore: 11.00

Durata: circa 3 ore

 

 

Nel parco della Ragnaia


Che cos’è una Ragnaia? E che ci facciamo in un parco romantico ottocentesco in collina?

Lo scopriremo nella camminata su per la collina di Compiobbi, affacciata sul corso del fiume tra campi aperti di ulivi e alberi da frutto, dominata dall’imponente Villa le Falle.

La Villa appartenuta, pare,  alla famiglia De' Pazzi, i perdenti nella famosa congiura che da loro prese il nome,  fu confiscata dai Medici e cambiò aspetto secondo le mode, fino a che “Verso il 1830 il cavalier Enrico Danti, proprietario del vasto possesso, non contento del medioevo reale delle sue belle case coloniche, popola la vasta ragnaia di rovine romantiche, di torricelle, di campanili, di bastioni, di cortine merlate..." (Harold Acton, Ville toscane, Firenze 1973).

Nel parco della Ragnaia, leggeremo alcuni degli scrittori e poeti romantici italiani.

Parco della Ragnaia La Torre tonda

Camminata nel Parco del Ragnaia

Appuntamento: 27 aprile 2019, Stazione Ferroviaria del Campo di Marte, sala biglietteria

Ore: 10.00

Durata: circa 3 ore

 

Lungofiume


Arno Gelati

View of Florence from San Niccoló Bridge  (circa 1860)

                 pittore: Lorenzo Gelati (1824-1895)

 

“L’Arno più che un vero e proprio fiume è un fiumicel che nasce in Falterona e cento miglia di corso nol sazia”(Dante Alighieri, Purgatorio XIV). 

Scrittori e poeti colgono ed evidenziano, più e meglio di molti trattati, le intime e vere ragioni  del rapporto delicato tra noi e il fiume.

Da Dante a Machiavelli, a Foscolo, fino ai cantori novecenteschi dell’Arno come D’Annunzio e Campana, Tozzi e Montale, Malaparte, Luzi e Pratolini.

Passiamo comodamente lungo un percorso pedonale per vecchi mulini, ville, fino alle gualchiere del Girone.

Camminata Lungofiume

Appuntamento:TBD 2019

Ore:

Durata: circa tre ore

 

Page last updated on 30 October 2018